BIOATTIVATORI

BIOATTIVATORI

Cosa sono i Bioattivatori?


Gli attivatori biologici (bioattivatori) sono essenzialmente considerati dei concentrati di vita costituiti principalmente da:
• Microrganismi utili • Enzimi • Fattori di crescita • Supporti e nutrienti

Essi svolgono il ruolo di inoculi microbici e di modulatori dell'attività microbica in quanto consentono di accelerare ed ottimizzare i processi di umificazione e rivitalizzazione del terreno con promozione delle reazioni di biodegradazione dei residui vegetali presenti in campo come paglie, stocchi e residui colturali.
Sono una miscela di preziose componenti enzimatiche naturali (cellulasi, emicellulasi, alfa-amilasi, beta-amilasi, pentosanasi, gluco-amilasi, proteasi, fosforilasi, pullulanasi, pectynasi, beta-glucanasi, lipasi, endochitinasi, esochitinasi, polifenolossidasi etc) flora microbica utile (Glomus spp, Gigospora, Rhizopogon, Trichoderma spp, Bacillus spp.) e principi attivi di origine vegetale ad elevata attività biologica. Molto importante e' l'attività simbiotica con le piante da parte dei microrganismi utili, in grado di favorire lo sviluppo e la funzionalità radicale aumentando così la resistenza delle piante e contribuendo a ridurre i danni da stress.
Il bioattivatore stimola lo sviluppo e l'efficienza radicale aiutando a migliorare l'equilibrio microbiologico del suolo aumentando così la propria fertilità a vantaggio della coltura.

Quali sono i vantaggi:
  • Favorisce lo sviluppo e la funzionalità radicale
  • Rigenera i terreni in prossimità della rizosfera
  • Migliora l'equilibrio microbiologico del suolo
  • Aumenta la resistenza delle piante agli stress e agli squilibri idrici.

GALLERIA IMMAGINI

GALLERIA VIDEO