SORGO

SORGO

Il sorgo ha un esteso apparato radicale motivo per altro della sua eccezionale capacità di resistenza alla siccità che sempre più caratterizzano le nostre estati. Il letto di semina va preparato accuratamente essendo il seme di sorgo molto piccolo. E’ importante garantire buone condizioni di umidità e fertilità durante le prime fasi di crescita delle piante in modo tale che possano svilupparsi rapidamente e coprire con l’apparato fogliare la superficie coltivata, impedendo lo sviluppo di malerbe.
Normalmente su terreni in rotazione non serve la concimazione chimica e l'irrigazione può essere fatta solo in emergenza.
Il sorgo garantisce una resa media di 600 q.li/ettaro.
Tra i vantaggi del sorgo va citato il suo agevole e conveniente inserimento nelle rotazioni culturali per il controllo della diabrotica. Il suo utilizzo principale tuttavia è l’inserimento nella dieta delle vacche da latte. Per ottenere degli ottimi risultati occorre conoscere e interpretare il valore nutritivo degli zuccheri e della fibra BMR che esso contiene senzaa considerarlo perciò un alimento "povero". Esso lo era prima dell'introduzione delle specialità genetiche che al giorno d’oggi abbiamo a disposizione.

GALLERIA IMMAGINI

GALLERIA VIDEO